FURTO DATI Ho mobile: cos’è successo e cosa fare per proteggersi

Cos’è successo? 

A fine dicembre 2020 Ho mobile, operatore secondario di Vodafone, è stato vittima di un furto di dati che ha coinvolto tantissimi clienti Ho.
A quanto pare sono stati trafugati 2 milioni e mezzo di dati sensibili degli utenti di Ho mobile (che significa praticamente tutti !!! )

Il 28 dicembre 2020 arriva su twitter il post di “Bank security”, un gruppo che si occupa di cyber sicurezza, che fa vedere con uno screenshot, che su un forum famoso sono stati messi in vendita i dati relativi agli utenti di Ho mobile.

Vengono inoltre mostrati quali dati sono stati rubati come:

    • email,
    • codice fiscale,
    • nr di telefono,
    • indirizzo,
    • città
    • ICCID

Scatta subito l’allarme

Ho mobile avvia subito indagini, in collaborazione con le autorità investigative, su presunte sottrazioni di dati personali dei propri utenti di telefonia mobile.

E il 4 gennaio Ho.mobile conferma di aver subito il furto di tutti questi dati sensibili comunicandolo sul loro sito, ( https://www.ho-mobile.it/comunicazione0401/ )
Ma anche attraverso mail ed SMS inviati direttamente agli utenti coinvolti.

Ho mobile quindi conferma “che stati sottratti illegalmente dati anagrafici (nome, cognome, numero di telefono, codice fiscale, email, data e luogo di nascita, nazionalità e indirizzo) e tecnici della SIM. NON sono stati in alcun modo sottratti dati relativi al traffico (telefonate, SMS, attività web, etc.) né dati bancari o relativi a qualsiasi sistema di pagamento dei propri clienti.”

Rischio SIM Swap: di cosa si tratta

Il fatto più grave è che gli hacker siano entrati in possesso dell’ICCID, cioè il codice di 19 cifre che identifica la SIM ( leggi qui se vuoi scoprire cos’è ICCID
Tutto questo mette davvero a rischio gli tutti utenti coinvolti, perchè potrebbero essere vittime di possibili attacchi Phishing.
(PHISHING: è un sistema illegale di raccolta di dati personali (carta di credito, codice fiscale…) che vengono utilizzati in un secondo momento per fini illeciti. )


Ed inoltre gli utenti coinvolti in questa vicenda potrebbero essere vittime di un attacco di tipo Sim Swap, che permette di
clonare la scheda e quindi di accedere ai servizi online in maniera illecita.
(SIM SWAP Si tratta di una modalità di truffa che permette di duplicare la SIM e di accedere ai servizi online in maniera illecita).

E quindi, i malintenzionati, una volta clonata la sim, possono ricevere chiamate e SMS al posto dell’intestatario (inclusi quelli utilizzati per autorizzare pagamenti o per autenticarsi nei servizi di home banking) oltre che accedere ai servizi online in maniera illecita.

Guarda ora il video completo👇

Cosa fare se sei un cliente Ho. mobile e come fare per proteggersi

Inizialmente l’operatore ha deciso di proporre a tutti i clienti (anche quelli non direttamente coinvolti) la sostituzione GRATUITA della sim andando in uno dei punti vendita autorizzati.

E quindi il cambio della SIM è fortemente consigliato proprio perché cambiando SIM avrai un nuovo l’ICCID, impendendo così agli hacker di impossessarsi del tuo numero di telefono.

Successivamente Ho mobile ha comunicato che manderà un SMS ai tutti clienti che hanno subito il furto dei dati, e che risolveranno il problema senza dover sostituire la SIM. E che quindi “abbiamo rigenerato il codice seriale della SIM a tutti i clienti coinvolti, che verranno informati via SMS” ( leggi il testo completo qui: https://www.ho-mobile.it/comunicazione/ )


In ogni caso, anche se non ti arrivasse il messaggio, il mio consiglio è di sostituire la SIM, e di affidarti al negozio di fiducia dove hai acquistato la SIM e chiedere un consiglio e supporto.

Sostituire la SIM è completamente gratuito in qualsiasi negozio abilitato Ho mobile, e quindi ti consiglio davvero di sostituirla!
O comunque puoi anche scegliere di cambiare completamente operatore e quindi attivare una nuova tariffa.

Cosa fare in attesa di sostituire la scheda:

  1. Tieni monitorati i movimenti dell’home banking 
  2. Evita di cliccare su link sospetti o di fornire dati tramite email.
  3. Fai molta attenzione anche alle email di phishing
    [ Phishing: è un sistema illegale di raccolta di dati personali (carta di credito, codice fiscale…) che vengono utilizzati per fini illeciti. ]
  4. Fai una segnalazione nel caso ci siano eventuali irregolarità.

Noi di CafeTariffa continueremo a darvi tutti gli aggiornamenti sul nostro sito, e sui nostri canali social, instagram e facebook, e sul nostro canale YouTube.
Questo per tutelarvi sempre e per continuare a darvi tariffe telefoniche aggiornate, sicure e protette.
 

In ogni caso ti consiglio di chiedere informazioni in un negozio specializzato CafeTariffa. Troverai aiuto e supporto da personale preparato e specializzato, disponibile ad aiutarti nella scelta della tariffa più vantaggiosa per te. CLICCA QUI per trovare il negozio specializzato più vicino a te!

Fammi sapere se questo articolo ti è stato utile! Condividilo con le persone a cui pensi possa essere d’aiuto!
Se hai altre domande relative a questo argomento scriverle nei commenti qui sotto👇🏻👇🏻

Ciao! A presto e… #TariffeProtetteSempre

Francesca 😊 

PS: UN REGALO PER TE Scarica la guida gratuita “Tariffa Facile”
Ho scritto questa guida per aiutarti a scoprire qual è la migliore tariffa telefonica per le tue esigenze, indipendentemente dall’operatore telefonico. Per scaricare la guida CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *